Cutro

L'ESORDIO

Contatti con il Comune:
Il primo passo è stato prendere contatto con il Comune, in particolare con la dott.ssa Giusi Lecce, case-manager e referente delle attività dell’ambito sociale e con la vice-Sindaco Sonia De Cicco; i colloqui hanno consentito di acquisire dati e conoscenze relativi allo stato attuale della popolazione degli anziani, e di organizzare una Assemblea informativa. Gli ultra-sessantacinquenni del Territorio comunale sono stati invitati all’Assemblea tramite un avviso pubblico affisso sulla bacheca del Comune, inviato alle parrocchie e alle associazioni di promozione sociale, diffuso sui social media e comunicato telefonicamente a possibili beneficiari del Progetto non raggiungibili altrimenti. Prima dell’Assemblea ufficiale, la Caritas di Cutro ha organizzato un pranzo nella canonica della chiesa del SS Crocifisso, a cui sono stati invitati possibili beneficiari del Progetto.

Assemblea informativa:
si è svolta martedì 3 ottobre, nella Sala Polivalente Falcone e Borsellino. Hanno partecipato circa 30 persone, a cui sono stati spiegati obiettivi, finalità e modalità di svolgimento del progetto. È stata anche resa nota la calendarizzazione degli incontri, pubblicata poi con un manifesto affisso in Comune e altri luoghi pubblici e diffuso sui social media.

A tutti è stato reso pubblico il 

GLI INCONTRI

La passeggiata del 10 ottobre

Ci siamo incontrati davanti al comune e, guidati dall’esperto di storia locale Gino Camposano, abbiamo passeggiato nella parte storica del paese. Ci siamo soffermati in particolare nella piazza Gio. Leonardo di Bona davanti alla chiesa della SS Annunziata e di fronte alla statua dedicata al celebre scacchista. Abbiamo camminato davanti al grande arco del portale del palazzo Grisi (costruito dai Filomarino), e poi raggiunto la piccola antica chiesa di Santa Maria della Pietà. Ci siamo spinti fino al Canalicchio e all’affaccio sui calanchi del Casale.
Durante la passeggiata sono stati condivisi ricordi di eventi e tradizioni locali.

La passeggiata del 17 ottobre

Appuntamento davanti al Comune per visitare il complesso della chiesa e del ex-convento delle Monachelle. Guidati ancora da Gino Montesano abbiamo passeggiato tra passato e presente, fuori e dentro alla chiesa restaurata, nell’ex-convento ora sede del Comune, dietro alla chiesa accanto a vecchie officine di maniscalchi e fornaci di terra cotta.
Anche oggi molti racconti e ricordi.

La passeggiata del 31 ottobre

Ci siamo incontrati nel piazzale della Riforma, perché la nostra meta principale era la chiesa del SS Crocifisso, che abbiamo visitato sotto la guida di Gino Camposano. Abbiamo poi passeggiato lunga via Croce, incrociando le strade dedicate ai Vescovi cutresi, e via D. Tajani, fermandoci poi davanti alla casa natale del magistrato e politico che per primo denunciò il flagello delle mafie.

La riunione del 7 novembre

Sediamo intorno a un grande tavolo nella Sala Polivalente Falcone e Borsellino, per scambiare ancora altri ricordi e conoscenze della cultura e della storia locali. Si parla di di giochi dei bambini nelle strade, di trasformazioni urbanistiche, di passaggio da una vita essenziale e quasi arcaica ad una vita invasa dalla tecnologia, di emigrazione, di riti sacri e profani, di pane e di vita famigliare.

Il laboratorio radiofonico del 28 novembre

Con Radio Barrio dell’ARCI di Crotone: nella Sala Polivalente, a gruppetti di 3 o 4 persone alla volta, al microfono si registrano riflessioni e opinioni sul valore del progetto e sul significato della costruzione di una Mappa di Comunità da donare ai giovanissimi del paese. Il
registrato sarà utilizzato per la produzione di un podcast.

 

Ascolta il Podcast  

Il laboratorio di scrittura del 5 dicembre

Nella Sala Polivalente sono stati rielaborati molti dei contributi dei partecipanti, registrati o appuntati durante le passeggiate e le riunioni e concordati i testi scritti per la Mappa.

D14.lab scrittura 2
D13.lab scrittura
CONSEGNA DELLA MAPPA DI COMUNITA'

Martedì 19 dicembre 2023 la Mappa di Comunità di Cutro è stata consegnata agli alunni della classe 2E della scuola
secondaria di 1° grado Abate F. di Bona con una piccola cerimonia: sintetica presentazione del progetto agli studenti, spiegazione della Mappa, consegna della Mappa alla classe e al Comune, scambio di domande, risposte e osservazioni tra gli artefici della Mappa e gli studenti; infine la merenda di metà mattina offerta ai ragazzi e condivisa tutti insieme.

F19.la 2^ E